Italiano - WebDjs Italo Disco

Direkt zum Seiteninhalt

Hauptmenü:

Italiano

Specials > Producers > Savage
Savage = DWA = Robyx = Roberto Zanetti


ROBYX ''STORIA''

Roberto Zanetti è nato a Massa il 28 novembre 1956. A quattordici anni incomincio’ a studiare il pianoforte e presto si innamoro’ della musica, comprendendo che doveva essere il punto focale della sua carriera futura.

Durante i suoi giorni al Liceo, Roberto suonava della musica con un gruppo musicale, prima die andare all’Università.

Il lavoro coi vari gruppi divenne cosi importante, che Roberto decise di intraprendere una carriera musicale e cosi mise assieme un gruppo professionale “TAXI”, in quale Zucchero Fornaciari suonava alla chitarra. Questo era il periodo, quando Roberto comincio’ a comporre canzoni – prima in un stile melodico e commerciale - e poi in uno stile “dance”.

Nel 1983 compose il suo primo single con il suo gruppo “TAXI”, intitolato “TO MIAMI”. Questa canzone divenne un successo locale (fu rilasciato solamente nel Italia centrale) e gli pavimento’ la strada per un altro pezzo, intitolato “ANGELICA” di Joey Moon. Dopo queste prime esperienze, Roberto fu contrattato da due DJ’s e insieme con loro, produsse “INCANTATION” di Gang. Questa canzone, una cover versione di Mike Oldfield, funziono’ bene in Italia ed era l’inizio di una collaborazione con DISCOMAGIC, che distribuito’ la canzone ed divenne il socio di Roberto per il futuro.

Da ottobre a novembre 1983, Roberto produsse altri quattro canzoni intitolandossi: BUENAS NOCHES, di Kamillo, “STARMAN” di Claudio Mingardi, “MAGIC CARILLON” di Rose e la sua svolta “DON’T CRY TONIGHT” by Savage. Questa canzone era il primo vero grande successo di Roberto e nel frattempo lui decise di chiamarsi “ROBYX”, usando questo nome come produttore. Questo nome professionale origino’ a scuola, quando Roberto disegnava dei “cartoons” insieme con un amico, Fabrizio Bonini. Uno dei caratteri – un ricco e famoso rock star - si chiamo’ ROBYX.

Nei anni seguenti (1984-1986) Roberto si dedico’ al progetto “SAVAGE”, registrando con grande successo l’album “TONIGHT” e altre pezzi come “ONLY YOU”, “CELEBRATE”, “RADIO”, “A LOVE AGAIN”, “LOVE IS DEATH”, “LOOSING YOU” and “GOODBYE”. Durante questo periodo, l’unica produzione (separatamente dalla registrazione di “SAVAGE”) era “LIFE IS LIFE” di Stargo. Questa canzone era una dance cover versione del famoso gruppo “OPUS” e con la versione di Roberto, giunse perfino ai top delle tabelle francesi, vincendo un disco d’oro per 250’000 copie vendute.

Dato che Roberto era l’interprete del gruppo “SAVAGE”, cantando tutte le canzoni, decise di concentrare il suo lavoro in futuro sui “shows” e le “tournee” per l’Europa, diventanto cosi una star molto conosciuta nei paesi dell’Europa orientale, come in Polonia e in Russia. Alla fine dell 1986, Roberto decise di creare un studio di sua propietà, chiamandolo “CASABLANCA RECORDINGS”, dove lui aveva anche la sede centrale della sua società di produzione “ROBYX”. E’ importante di ricordate, che tutte le canzoni precedenti erano stati fatti in un studio italiano intitolato “SCACCOMATTO” in Lavagna (GE).

Roberto incomincio’ la sua carriera come un produttore fattosi da sè stesso. Come “keyboard player” rapidamente imparo’ come utilizzare computer e le attrezzature digitale, che breve-mente dopo sono diventate la base della musica “dance”.
Uno di piu’ significati progresso tecnologico fu marcato, essendo uno dei primi ad usare “LINN DRUMS” nel 1984, “YAMAHA DX7” in 1984 e “ROLAND MC 700/500” computer nel 1985.

Fra i primi progetti intrapresi nel nuovo studio d’incisione, il fenomeno della “house-fever” è straordinario. Questo era un periodo di transazione nel mondo della musica. La prima “house” incomincio’ a provocare una grande sensazione in Inghilterra ed in America, manon era ancora arrivata in Italia. Roberto noto’ la canzone “THE PARTY” dell gruppo “CRAZE” e decise di fare una cover versione in lingua italiana, usando lirica arguta. Cosi la canzone “NON TOCCARMI IL CULO DAI” era nata e fu immediatamente immitata da SALVI con “C’E DA SPOSTARE UNA MACCHINA. In pochi mesi Roberto approssimativamente produsse dieci registrazioni con grande successo di quel genere, vendendo 200’000 copie di quella canzone. Un numero enorme per il mercato italiano!

Nel 1988 ROBYX incomincio’ con un nuovo progetto, che provvedeva di diventare un grande successo internazionale: ICE MC. L’origine di questo progetto è un po curioso.
Roberto compose una canzone per sé stesso, che fu interpretata anche da lui. Di conseguenza decise di eliminare la lirica delle strofe e sostituirle con il “RAP”. Per fare questo invito’ IAN CAMPBELL, - un ragazzo britannico, di origine giamaicana...

Come RAPPER, che prima lavorava come ballerino nella discoteca. In questo modo Roberto compose la canzone “EASY”, che divento un grande successo in tutta l’Europa. Anche se lui canto’ tutte le parti vocali, aparte il RAP, Roberto decise di non apparire piu attivamente nel gruppo. Cosi il gruppo fu poi chiamato “ICE MC”. Anche gli singoli seguenti “SCREAM” e “CINEMA” divennero grandi successi cosi come l’album, nel quale queste due canzoni furono inclusi. Il gruppo ICE MC era in grande richiesta in tutto il mondo, che decisero’ di andare in tournee. Mentre Ian andava in giro, facendo dei shows e promuovendo la sua immagine, Roberto si prese cura della organizzazione e la composizione delle canzoni. ROBYX mise tutta la sua energia nel suo “ICE MC” progetto, siccome lui questo progetto lo senti di sua propietà.

1990 circa, ROBYX produce solo qualche registrazione, aparte quelli di “ICE MC”. I piu significati sono: “PIANONEGRO” di Pianonegro, “PARTY CHILDREN” di Wareband Feat. Tad Robinson e “VOCALIZE” di Scatt.

Nel 1990 ROBYX per caso incontro’ il gruppo “DOUBLE YOU” e una eccitante collaborazione incomincio’, che gli condusse al pezzo “PLEASE DON’T GO”.
Anche in questa occasione, l’intuizione di Roberto si dimostro’ giusta, quando lancio’ un nuovo stile: “COVERMANIA”, che fu copiato e seguito da molti altri in tutto l’Europa.
Il rilascio del singolo “PLEASE DON’T GO”, fu un immediato successo, essendo una di quelle canzoni, che salirono le tabelle, senza l’aiuto di alcuna particolare promozione. In Inghilterra questo pezzo fu notato da un DANCE LABEL, noto come NETWORK.
Loro fecero’ domanda per avere la licenza per potere rilasciare il singolo in Inghilterra. ROBYX gli disse di no, dato che la licenza della canzone in quel paese era già stata data ad un’altra società. Ciononostante, non impedi NETWORK di copiare “PLEASE DON’T GO”. La copia fu cantata dal gruppo inglese “KWS” e giunse alla cima delle tabelle inglese, anche grazie alle incorrettezza dell’distributore. (Lui era il distributore di tutte e due gli pezzi, DOUBLE YOU e KWS, pero’ sostenendo solamente il secondo.)

Piu’ tardi, DWA vinse un caso legale contro NETWORK. Questi furonno ordinati di pagare gli danni provocati, che pero’ si dimostrarono impossibili da stimare, in considerazione del successo di “KWS” in Inghilterra e in America. Comunque, DOUBLE YOU trionfo’ in tutto il mondo. Dopo cio’, ROBYX produce altri grandi successi, mentre il gruppo “KWS” e il DANCE LABEL scomparsero’ dall’mercato.
A quel tempo, anche “KC”, il compositore di “PLEASE DON’T GO”, fu interessato in ROBYX. Un giorno essi decise di visitare l’Italia, per fare un album, che fu prodotto da ROBYX.

Tra il 1992 e il 1993 Roberto si trasferi ad una nuova sede e con il suo nuovo studio insedio’ una infinità di grandi successi come quelli di “ICE MC” e “CORONA”. In questo nuovo studio Roberto creo’ anche il suono unico di “DWA”, che fu poi in seguito copiato da molti altri nei anni successivi.

Il primo singolo era “THE RHYTHM OF THE NIGHT” di CORONA. In questo pezzo ROBYX dava solamente dei suggerimenti al produttore Francesco Bontempi. Solo dal secondo singolo “BABY-BABY” in poi, Roberto divenne una parte molto importante del progetto, faccendo miscele ed cooperando attivamente nelle creazioni di tutte le canzoni.
Con gli altri pezzi nuovi di “ICE MC” , “THINK ABOUT THE WAY” e “IT’S RAINY DAY”, Roberto lavorava per trovare suoni nuovi . Gli suoni famosi di “KICK DRUM” e “THE MOVEMENT OF BASS”, che caratterizzano l’Eurodance, furono usati per la prima volta in queste canzoni.
In pochi anni, ROBYX catapulto’ fra i piu’ importanti produttori, vendendo con “ICE MC” e CORONA piu di sei millioni di pezzi e due millioni di album in tutto il mondo. Alla fine del 1995, ROBYX decide di riorganizzare la sua attività. Incomincio’ con la conversione di nuovi e funzionali mobili per il suo ufficio e riorganizzo’ inoltre il suo personale artistico.

Era durante questo periodo, che incominciarano’ i conflitti con IAN CAMPBELL, il RAPPER del gruppo “ICE MC” , che senza dire una sola parola, aveva firmato un contratto con un altro direttore, ignorando’ il contratto con ROBYX, che ancora era valido. La ragione del suo comportamento era, che lui volle cambiare il suo stile.
Il disaccordo sorse, anche perché IAN voleva usare il nome “ICE MC”, che è un nome registrato della società di ROBYX, essendo Roberto per molto tempo il cantante del progetto, cosi come il compositore di tutte le canzoni. Oltre a cio’ suonava tutti gli instrumenti su tutti i pezzi.
Ian firmo’ un contratto con “POLYDOR” un LABEL tedesco e Roberto fu costretto di rompere tutte le relazioni con tutti e due i artisti, che continuavano ad usare senza diritto il nome “ICE MC” con POLYDOR.

Piu’ tardi, POLYDOR rilascio’ un nuovo singolo senza la produzione di ROBYX. Fu un grande insuccesso, portando un cosi grande porgetto alla sua fine.

Nel 1996 ROBYX produce solamente due pezzi con “ALEXIA”, la cantante dei piu’ grandi successi degli “ICE MC” . Questa volta il successo fu assicurato e la cantante imbarco’ con grande successo una carriera da solista nella primavera del 1997, quando il suo primo album fu rilasciato.

Nel frattempo gli nuovi studi erano pronti e ROBYX trasloco’, per incominciare con nuovi progetti, per essere rilasciati in primavera 1997.

Zurück zum Seiteninhalt | Zurück zum Hauptmenü